Cos'è Circomondo Festival

Un gruppo di bambini e adolescenti in rappresentanza di circhi sociali provenienti dalle periferie emarginate e emarginanti di città dell’America latina, dell’Africa, dell’Asia e dell’ Europa (comprese alcune realtà italiane), insieme ai rispettivi accompagnatori, per 10/15 giorni, vivono una esperienza di convivenza e di lavoro in comune, superando le barriere linguistiche e culturali, creando legami di amicizia, migliorando la loro autostima e aumentando la visibilità loro e delle realtà di provenienza.
Sotto la guida di un  educatore/attore/regista professionista nell’arte circense progettano, allestiscono e infine mettono in scena in pubblico uno spettacolo originale e unico che li vede protagonisti in relazione sia alle loro abilità artistiche, sia al loro vissuto in quanto “Street Children”.
Parallelamente si realizzano occasioni formative, di scambio di esperienze, di studio e di approfondimento, con la partecipazione degli educatori dei circhi sociali invitati, di esperti professionisti e volontari del settore, aperte alla partecipazione pubblica.
Nei giorni del festival vengono inoltre presentati e premiati i lavori del premio nazionale per ragazzi e ragazzi delle scuole medie inferiori, dedicato al tema dei diritti dell’infanzia e dei minori.
Ciascuna edizione del festival è dedicata ad uno specifico e concreto progetto di circo sociale attraverso una campagna di promozione e raccolta fondi.
Le attività sviluppate dal progetto, tanto in ambito artistico quanto in quello culturale e sociale, si rivolgono e coinvolgono anche la popolazione e le istituzioni locali   mettendo in moto un circolo virtuoso e  sviluppando la loro attenzione e il loro impegno verso il  fenomeno degli street children, della violazione dei diritti e dell’emarginazione sociale dei minori.

Obiettivi Specifici:

  •  Diffondere la conoscenza del circo sociale e della sua metodologia
  • Migliorare la qualità della vita dei bambini e adolescenti in condizioni di esclusione sociale di diverse parti del Mondo che partecipano all’esperienza del Festival
  • Contribuire al recupero dei “bambini di strada” attraverso il miglioramento delle politiche e degli interventi degli operatori e delle organizzazioni che partecipano al festival sia in qualità di protagonisti attivi che di utenti fruitori
  • Contribuire alla crescita e alla formazione di operatori e volontari che si trovano ad operare in contesti difficili con bambine/i e giovani a rischio di esclusione sociale.
  • Sensibilizzare bambini e adolescenti italiani sulla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e sulle condizioni di emarginazione e sfruttamento degli “street children”
  • Contribuire alla sensibilizzazione e informazione dei cittadini italiani circa i temi dello sviluppo, della cooperazione e della solidarietà internazionale con particolare attenzione alle condizioni dell’infanzia e dell’adolescenza nel mondo.

 

Spettatori

Volontari

Giovani Artisti

Circhi Sociali

Campagna di Comunicazione

Nasi Rossi

Decine di sostenitori hanno inviato il proprio selfie!

Testimonial

Sono tantissimi gli artisti che hanno inviato spontaneamente e condiviso video a sostegno del Festival

Condivisione

Sui maggiori social network tantissimi nasi rossi con l’hashtag #circomondofestival


Voci per Circomondo

 

bobo-naso-rosso-2

Il cantautore livornese Bobo Rondelli è stato testimonial per Circomondo 2012

 
Nell’edizione di Circomondo 2016, hanno dato il loro supporto:
– Francesco Pannofino
– Marco Rovelli
– Joe Barbieri
– Manuela Villa
– Barbara Bracci
– Max De Tomassi
– Francesco Farfa
– Mariano Doronzo
– Felice Farina
– Tony Laudadio
– Musica Nuda
– Nanowar of Steel
– Bandabardò
– Giorgione