Oggi presso il teatro dell’istituto Sacro Cuore di Casale Monferrato è stato presentato SALTINBANCO: un emozionante spettacolo circense a chiusura dell’omonimo progetto promosso ormai da tre anni dalle associazioni: Viviamo In Positivo VIP Alessandria Onlus e PASSI DI VITA, unitamente al CIOFS. Da Ottobre ad Aprile Marzia (clown Ruzzolo), Marco (clown Stropicciato), Raffaele (clown Lellone) e Renato (clown Canticchio) hanno incontrato ogni Martedì gli allievi delle classi prime dell’Istituto CIOFS di Casale Monferrato che hanno scelto di aderire alle attività. SALTINBANCO è un progetto socio-educativo che utilizza la pedagogia del circo sociale con delle tecniche circensi: acrobatica, clownerie, giocoleria, magia; nonché la metodologia didattica del lavoro sul gruppo; giochi cooperativi, utilizzo del teatro, della condivisione, del pensiero positivo e altre attività che hanno portato i ragazzi a passare da “branco” a gruppo che insieme costruisce qualcosa di positivo. Il trovarsi di fronte alla scelta di fare qualcosa (il progetto è libero per chi vuole aderire), la capacità di confrontarsi con gli altri e di stare nella differenza di ognuno, l’andare oltre i propri limiti scoprendo di avere talenti e valori mai espressi prima, il riconoscimento del proprio valore e la scoperta di alcune proprie peculiarità, la libertà di espressione del proprio essere restando nell’accoglienza di sé e degli altri, la capacità di sviluppare l’accoglienza dell’altro andando oltre il giudizio e sostenendolo nell’espressione dei suoi talenti, l’impegno e la responsabilità per la realizzazione di un obiettivo comune, la capacità di mettersi in ridicolo (tipico del clown) e di sbagliare davanti ad un gruppo di pari riconoscendo nell’errore l’opportunità di poter andare oltre il fallimento scegliendo di utilizzare in modo costruttivo la propria energia, il riconoscimento della propria autostima, lo sviluppare un sano orgoglio di appartenenza al gruppo. Per Ruzzolo, Stropicciato, Lellone e Canticchio, ogni persona, ogni ragazzo è speciale; si sono semplicemente resi strumento per la loro libera espressione in maniera creativa, responsabile, gioiosa. Come qualcuno dei ragazzi ha detto “non ci avete insegnato nulla. Ci avete permesso di essere noi stessi, non giudicati, e di scoprire parti nascoste di noi che già esistevano e non conoscevamo”. Con i ragazzi delle seconde invece si è proseguito il progetto iniziato lo scorso anno, dando vita a SALTINBANCO BIS, caratterizzato da un numero minore di incontri durante i quali si è lavorato su un messaggio che i ragazzi stessi hanno scelto di portare al pubblico: l’importanza che ha l’amicizia nel sostenerci in alcune decisioni ed il coraggio che ci vuole per seguire le scelte che sembrano giuste per noi. Da questo lavoro è nato un cortometraggio basato sull’amicizia, sulla scelta, sul coraggio, sui valori, che è stato presentato subito dopo lo spettacolo. Fonte: RadioGold.it