Per i quindici ragazzi del progetto finanziato dalla Regione Sardegna arriva il momento di rimboccarsi le maniche per sperimentare sul campo gli insegnamenti teorici del corso di animatore nei centri socio-culturali Al lavoro gli allievi del progetto “Sulla strada: giovani e arte“, finanziato dalla Regione Sardegna nell’ambito del programma Ad Altiora. Per i quindici ragazzi, che hanno seguito la parte formativa per diventare animatore nei centri socio-culturali, arriva il momento di rimboccarsi le maniche per sperimentare sul campo gli insegnamenti teorici. Il percorso proseguirà fino al termine fissato per il mese di maggio 2012 all’interno delle strutture socio-educative individuate dal Comune di Olmedo (ente capofila del progetto) con la collaborazione dei Comuni di Ittiri, Torralba, Bonnannaro e Putifigari, che hanno sposato l’iniziativa. Fondamentale la partnership del Theatre en Vol, che dopo la fase formativa, in cui erano coinvolti anche gli altri partner Enaip e l’Associazione Musicale Pentagrammando, ora ha offerto la propria disponibilità per accogliere i giovanissimi aspiranti animatori. I ragazzi protagonisti di questa bella avventura avranno inoltre la possibilità di sperimentarsi anche all’interno delle altre strutture individuate grazie alla collaborazione della Cooperativa Sociale “Manitese” di Ittiri che gestisce a sua volta diversi servizi comunali, dalla Ludoteca, al centro socio-ricreativo per disabili e il centro anziani, e della Casa di riposo per anziani denominata “Casa Bonaria” di Torralba. Durante questo percorso di 300 ore i ragazzi saranno supportati e affiancati sia dai “tutor aziendali” che ogni soggetto ospitante metterà a disposizione, sia dai due tutor, Cristian De Logu e Nicola Virdis, esperti nel settore del circo sociale e delle arti di strada, selezionati dal Comune di Olmedo e dai partner del progetto. Fonte: Alguer.it